Gli 8 principali motivi alla base di un arresto anomalo del sito web

Se il caricamento del tuo sito web richiede più di due secondi, il 14% dei tuoi clienti se ne andrà e troverà un altro posto dove fare acquisti.

Immagina cosa farebbero i tuoi clienti se il tuo sito web non fosse disponibile per più di due secondi.
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Ecco perché un arresto anomalo del sito Web semplicemente non è un’opzione per le attività online. Dai un’occhiata alle cause più comuni di arresti anomali del sito Web in modo da poterle tenere sotto controllo e mantenere il tuo sito Web in esecuzione.

Sommario dell'articolo

1. Errori di codice

A volte il tuo sito web si arresta in modo anomalo perché tu, o qualcun altro che ha accesso al tuo sito web, hai accidentalmente violato il codice web.

Questo di solito accade perché qualcuno incasina qualcosa mentre sta facendo la manutenzione o aggiorna il sito web. Se si verifica un arresto anomalo del sito Web dopo aver saputo che qualcuno ci stava lavorando, probabilmente si è bloccato a causa di un errore di codice.

2. Attacchi di virus

Gli attacchi rappresentano la seconda causa di crash del sito web che capita più frequentemente.

Questi attacchi potrebbero provenire da bot o persone reali che tentano malignamente di hackerare il tuo sito web.

Ci sono molti bot su Internet e molti di loro contengono software malevolo. Sono praticamente gli insetti infestanti di Internet. Scansionano la rete e cercano di trovare siti Web in cui possono intrufolarsi.

Se qualcuno di quesi bot viene attratto dal tuo sito web, il resto si muove verso di te come in un effetto sciame, causando solitamente il crash del tuo sito web per un eccesso di richieste al tuo server.

Spesso i bot raggiungono il loro obiettivo senza nemmeno violare la sicurezza del sito web.

3. Hacker

Un altro tipo di attacco al tuo sito web proviene da hacker, persone che cercano deliberatamente di entrare nel tuo spazio digitale.

Uno degli attacchi degli hacker più semplici è chiamato attacco DDoS o Distributed Denial of Service. Ciò significa che l’hacker travolge il tuo sito Web con traffico proveniente da tutti i tipi di fonti possibili e disponibili.

Se l’hacker ha successo, il tuo sito web andrà in crash.

Esistono molti altri tipi di attacchi hacker che possono anche causare danni al tuo sito web.

4. Errori di plugin / estensioni

Un plugin o un’estensione sono parti di software che si aggiungono al tuo sito web e gli forniscono funzionalità aggiuntive. In altre parole, consentono al tuo sito web di visualizzare contenuti e funzioni che non facevano originariamente parte del tuo sito.

Pensala in questo modo: acquisti un nuovo telefono, ma non ha alcun modo per memorizzare o riprodurre musica. Quindi scarichi un’app musicale e ora il tuo telefono può riprodurre musica, cosa che prima non era in grado di fare.

Il problema con i plugin e le estensioni è che sono creati da altre persone che non conosci. Alcuni di questi creatori potrebbero crearne un plugin non molto stabile e altri potrebbero crearne un ottimo ma che non riescono più ad aggiornare.

Indipendentemente dal fatto che il plug-in o l’estensione sia stato realizzato bene o non sia aggiornato, a volte possono “rompersi” e cioè smettere di comunicare correttamente con il resto del software presente sul sito web.

Quando ciò accade, l’intero sito web può bloccarsi.

5. Errore del fornitore di servizi

Questo errore è uno dei più frustranti da sopportare perché non puoi farci nulla.

Un provider di servizi di web hosting è ciò che fa apparire il tuo sito web su Internet. Non puoi avere un sito web senza che sia ospitato sulla struttura fisica (server farm) di un fornitore di servizi servizi.

Sfortunatamente, anche i siti Web dei stessi fornitori di servizi possono non funzionare, il che significa che anche il tuo sito Web non funzionerà. Potrebbero esserci per una serie di motivi a causa di ciò: inclusa la manutenzione o una qualsiasi delle stesse cose che potrebbero accadere al tuo sito web.

I fornitori di servizi ripristinano sempre i loro server, di solito anche abbastanza rapidamente, ma finché loro non risolvono alla radice, devi solo aspettare pazientemente.

6. Errore di hosting

Questo tipo di errore si adatta perfettamente all’ultimo errore, ma a volte il tuo sito web può non funzionare perché non hai un piano di hosting abbastanza performante.

Forse ti sei dimenticato del tuo piano e non lo hai aggiornato da quando hai avviato il tuo sito web, o forse il tuo sito web ha avuto una crescita improvvisa.

In ogni caso, poiché il tuo sito web continua a svilupparsi e riceve più traffico, il tuo piano di hosting dovrebbe crescere con esso. Se il tuo piano di hosting è troppo piccolo e molte persone cercano di accedere al tuo sito web, si spegnerà automaticamente.

Fortunatamente, questo errore è una semplice soluzione. Contatta il tuo provider di hosting e seleziona un piano più ampio.

7. Errore di dominio

Il tuo dominio potrebbe essere composto da poche parole, ma è una delle parti più importanti del tuo sito web.

Il tuo nome di dominio è l’indirizzo del tuo sito web. Se inviti qualcuno a casa tua ma non gli dai l’indirizzo corretto può mai venirti a trovare?

La stessa cosa accade con un nome di dominio. Se le persone non riescono a trovare il tuo dominio, non possono trovare il tuo sito web.

E in più i domini sono soggetti a scadenza.

Se il tuo dominio scade, il tuo sito web non apparirà più online.

Prendi l’abitudine di controllare la data di scadenza del tuo dominio per assicurarti che non scada mai.

8. Errore di traffico

Questo significa semplicemente che troppe persone hanno provato a visitare il tuo sito web contemporaneamente.

Hai presente i giorni del Black Friday quando così tante persone si precipitano su Amazon contemporaneamente?

O ancora meglio: hai presente quando milioni di italiani entrarono sul sito web dell’inps il primo aprile 2020?

Quando troppe persone visitano il tuo sito web contemporaneamente, succede esattamente questo.

Nella migliore delle ipotesi (amazon) il tuo sito web rallenta. Nelle peggiori va in crash (inps primo aprile 2020).

Se troppe persone ti cercano improvvisamente, magari grazie attivtà di digital ads o digital pr, gli scenari che possono accadere sono o amazon-blackfriday o inpsi-primoaprile.

Assicurati che il tuo server possa gestire un’improvvisa ondata di traffico in modo da dare un’immagine solida e professionale della tua azienda.

Cosa posso fare per risolvere un crash del sito web?

In generale, indipendentemente dal problema che stai riscontrando, dovresti contattare il tuo fornitore di servizi di web hosting.

Dovrebbe essere in grado di aiutarti a capire qualsiasi problema tu abbia, soprattutto se si tratta di un problema di hosting. Detto questo, dovrebbero aiutarti anche con altri problemi del sito web.

Pazienza e prevenzione

Ogni sito web si blocca ad un certo punto. È inevitabile. Quando succede a te, mantieni la calma e sii paziente. Collabora con il tuo fornitore di servizi per ripristinare il funzionamento del tuo sito web e, se non può aiutarti, trova qualcun altro che possa farlo.

La chiave per affrontare un arresto anomalo del sito Web è ripristinare il sito Web il prima possibile.

Ne va della tua immagine professionale e del tuo impatto sui tuoi utenti!
Resta curioso, impara il più possibile e non dimenicarti di investire NEL TUO successo!
Vuoi migliorare le tue perfomance online?
Iscriviti alla newsletter settimanale!
Per te una guida gratuita per riconoscere, evitare e rimediare ai 3 comuni, ma fatali errori, che ogni imprenditore fa commettere alla propria azienda online.
Potrebbe interessarti anche
Trucchi Web
Come scrivere una newsletter più stimolante che non finisca in spam

Immagina di attirare innumerevoli utenti online sul tuo sito web e trasformarli in clienti paganti più e più volte. Come fare?

Attraverso l’utilizzo di sistemi di email marketing. Nutrendo i tuoi potenziali clienti e già clienti di informazioni preziose senza essere troppo appiccicoso.

Come fare nel concreto? Inzia a leggere e lo scoprirai!

Trucchi Web
SEO di base: la guida completa per principianti

In questi giorni, le aziende stanno spendendo una fortuna per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Si parla di un importo pari a 80 miliardi di dollari entro la fine del 2020.

Chiaramente, la SEO gioca un ruolo importante nell’aiutare le aziende a crescere e ad attirare nuovi clienti. Soprattutto in ambito locale e torritoriale.

Se non sai da dove cominciare allora sei nel posto giusto. Continua a leggere per trovare trucchi e conisgli per principianti per migliorare la tua seo di base.

Vuoi far decollare il tuo business?
Parlami del tuo progetto!