Il blog è un'avventura entusiasmante e redditizia. Puoi condividere la tua esperienza, creatività, opinioni e puoi usarle per il marketing. Se sei serio, puoi trasformarlo in un flusso di reddito stabile e duraturo.
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Anche se oltre 2,88 milioni di post vengono condivisi ogni giorno, la maggior parte dei blog fallisce nel primo anno. I blog redditizi richiedono dedizione, tempo e, soprattutto, denaro.

Se stai pensando di avviarne uno, usa questa guida per sapere quanto costa avviare un blog.

Sommario dell'articolo

Costi di avvio di un blog

Per avere una buona idea dei costi di un blog ti consiglio di avere lo stesso approccio che avresti per l’apertura di un locale commerciale. Tieni conto dei costi sostenuti partendo da zero. Quindi aggiungili ad altre spese ricorrenti necessari al primo avvio del tuo blog.

Hai anche bisogno degli strumenti necessari per avviare un blog. Ad esempio, una connessione Internet stabile o un computer con cui poter entrare nell’area di amministrazione dle sito web.

Combinare tutte queste mini spese ti aiuterà a stabilire quanto costa aprire un blog.

Hardware per blog

Il più delle volte, sta a te decidere la qualità e il costo dei tuoi strumenti di lavoro. Se vuoi risparmiare sui costi, acquista un pc affidabile che possa sostenerti finché il tuo blog non inizia a guadagnare.

Uno smartphone decente può anche tornare utile per scattare foto. Puoi anche usarlo per aggiornare il tuo blog quando non sei vicino al pc. Hai anche bisogno di un posto di lavoro confortevole se scrivi un blog da casa.

Circa 35 euro al mese sono i costi iniziali per avere una connessione a internet e in più almeno 450 euro una tantum per l’acquisto di un pc di fascia bassa o di un telefonino di fascia media. Ovviamente puoi spendere molto meno se hai già l’hardware o se opti per un pc-telefono economico.

Nome di dominio e hosting

Gli hosting gratuiti limitano il tuo controllo sul design e hanno un debole potenziale di monetizzazione. Se vuoi trarre profitto dal blogging, hai bisogno di una tua piattaforma autonoma.

Per avviare un sito Web o un blog professionale, è necessario acquistare un nome di dominio e un luogo si archiviazione in cui ospitare il sito. I prezzi dei domini possono variare da gratuiti a migliaia di dollari per dominio.

Nel 2019, voice.com è stato venduto per 30 milioni di dollari. Per un dominio conveniente si va oscilla tra i 15 e i 55 euro ogni anno.

Per l’hosting dedicato, puoi spendere fino a 30 euro al mese. Ciò significa che puoi configurare rapidamente il tuo blog con un investimento davvero minimo.

Design del blog e costi del tema

Durante la progettazione del tuo sito web, puoi utilizzare temi gratuiti o premium. I colori, lo stile e la struttura del tuo sito blog influiscono sul suo potenziale. La maggior parte dei temi gratuiti non è facile da personalizzare. Quindi possono limitare il tuo controllo sull’intero blog per come appare graficamente.

Anche i plugin per migliorare le funzionalità del tuo blog possono avere un costo. La maggior parte dei plugin di WordPress limita le loro funzionalità di base. I plugin integrano moduli di contatto, condivisione social e tante altre funzionalità.

I temi e i prezzi dei plugin di solito costano da 50 a 250 euro per ogni singolo componente premium. Hai anche la possibilità di assumere un designer che faccia questo lavoro al posto tuo ma al costo dei plugin dovrai anche aggiungere la tariffa oraria dello specialista. Nel complesso, ci sono molte opzioni gratuite, quindi dipende dal tuo budget e dal tempo che hai a disposizione.

Content Marketing per far crescere il tuo blog

Il content marketing riguarda la creazione di contenuti utili e pertinenti per creare un pubblico. È una delle migliori strategie di marketing e modi per avviare un blog redditizio.

Implica la creazione di post di blog, video o podcast unici per promuovere il tuo blog. Tuttavia, deve essere coerente per la pertinenza e per aumentare l’affidabilità del tuo blog.

Se sei un esperto creatore di contenuti, puoi risparmiare molte spese perchè non dovrai esternalizzare le fasi del tuo lavoro. Ad esempio, scriverai i post del tuo blog o effettuerai ricerche per migliorare il valore dei tuoi contenuti.

Questa attività può essere frenetica e talvolta dovrai assumere copywriter per aiutarti.

In tal caso i prezzi partono da 0,10 euro a parola a preventivi più complessi in base al progetto. Nel frattempo, il content marketing va di pari passo con la SEO. Quando li combini, funzionano efficacemente per aumentare il traffico sul tuo blog.

Creare contenuti ottimizzati per SEO può essere costoso se devi assumere uno specialista. Avrai bisogno di molto tempo per cercare i termini che sono popolari tra il tuo pubblico. Yoast suggerisce di creare eccellenti articoli SEO fondamentali per classificare il tuo blog. Inoltre, il contenuto fondamentale richiederà altri post per aumentare le possibilità di posizionamento.

L’acquisto di articoli di alta qualità aumenterà i costi del tuo blog. Dovrai investire nella ricerca di parole chiave e negli strumenti di collegamento interno. A volte, la SEO può diventare difficile da decifrare e solo gli esperti SEO possono salvarti.

Social Media Marketing per un blog

Inoltre, considera i social media quando devi fare i conti su quanto costa avviare un blog . La ricerca mostra che il 66% dei marketer utilizza i blog nel proprio social media marketing. Per attirare traffico sul tuo sito, devi pubblicare su Facebook, Twitter, Reddit, Medium o Quora.

I post sui social media ti aiutano a far crescere il tuo blog più velocemente e (cosa più importante) a costruire una comunità attorno al tuo blog. Puoi pubblicare da solo per tagliare alcuni costi, ma se vuoi semplificare e guadagnare velocità, devi investire in strumenti di gestione dei social media.

Gli strumenti includono Hubspot, Hootsuite, Coschedule, MeetEdgar e molti altri. La maggior parte sono gratuiti ma comunque con una efficacia molto limitata.

Quanto costa avviare un blog?

C’è un’enorme variazione nella quotazione dei costi di avvio di un blog. Moltissimo dipende dalla tua disponibilità di tempo, competenze e budget. Si parte da un minimo di 100 euro l’anno a una media di 5000/7000 euro l’anno per un servizio (quasi) chiavi in mano.
Resta curioso, impara il più possibile e non dimenicarti di investire NEL TUO successo!
Vuoi migliorare le tue perfomance online?
Iscriviti alla newsletter settimanale!
Per te una guida gratuita per riconoscere, evitare e rimediare ai 3 comuni, ma fatali errori, che ogni imprenditore fa commettere alla propria azienda online.
Potrebbe interessarti anche
Trucchi Web
Come scrivere una newsletter più stimolante che non finisca in spam

Immagina di attirare innumerevoli utenti online sul tuo sito web e trasformarli in clienti paganti più e più volte. Come fare?

Attraverso l’utilizzo di sistemi di email marketing. Nutrendo i tuoi potenziali clienti e già clienti di informazioni preziose senza essere troppo appiccicoso.

Come fare nel concreto? Inzia a leggere e lo scoprirai!

Trucchi Web
SEO di base: la guida completa per principianti

In questi giorni, le aziende stanno spendendo una fortuna per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Si parla di un importo pari a 80 miliardi di dollari entro la fine del 2020.

Chiaramente, la SEO gioca un ruolo importante nell’aiutare le aziende a crescere e ad attirare nuovi clienti. Soprattutto in ambito locale e torritoriale.

Se non sai da dove cominciare allora sei nel posto giusto. Continua a leggere per trovare trucchi e conisgli per principianti per migliorare la tua seo di base.

Vuoi far decollare il tuo business?
Parlami del tuo progetto!